FATTORIA SOCIALE

Lo sforzo in cui ci stiamo muovendo è quello di dare una coerenza ad una serie di esperienze complesse, incanalandole verso le forme istituzionali più consone al loro sviluppo e radicamento nel territorio. In questo ambito appare estremamente importante sviluppare un progetto come quello della fattoria sociale perché, in un’unica situazione, l’inserimento di una persona in questo tipo di progetto permette di portare un beneficio di cura alla persona, oltre che sul piano biologico, anche sul piano psicologico e sociale, offrendo così una risposta completa ai bisogni dell’utente.

Si offre così all’ospite, in un ambiente familiare, un contatto quotidiano con le altre persone, inserite in un  contesto umanamente “ricco” e collocato in un ambiente naturale. L’insieme di questi elementi, il contatto con la natura e gli animali permettono appunto quell’approccio positivo e completo sul piano del benessere bio-psico-sociale, che pochi altri interventi possono ottenere. Infatti, i vantaggi più immediati di questa attività, svolta spesso all’aria aperta e in movimento, riguardano ad esempio la diminuzione dell’irritabilità, l’aumento della resistenza allo stress, il controllo degli stati d’ansia e una più generale predisposizione al buon umore.

La Fattoria Il Rosmarino fa parte dell’Associazione Biofattorie Sociali del Veneto. L’ingresso in struttura può avvenire per richiesta personale o dei familiari o per richiesta di un Servizio Pubblico. Ai ragazzi e agli adulti vengono proposte semplici attività lavorative e laboratoriali. L’agricoltura permette loro di sperimentare la possibilità di seguire un progetto nel suo divenire e nel suo compiersi completamente: spesso questo non risulta possibile in altri ambienti nei quali la persona segue solamente una quota del lavoro, mentre nell’attività dell’agricoltura è possibile seguire tutto il processo di produzione, dalla semina alla raccolta alla vendita del prodotto.